I pericoli nascosti tra le pagine dei motori di ricerca

di il 5 giugno 2007

in Cercare meglio, Notizie

McAfee, uno dei leader mondiali della sicurezza informatica, ha pubblicato anche quest’anno la ricerca “The State of Search Engine Safety“, che ha analizzato il livello di pericolosità dei siti presenti nelle SERP (le pagine dei risultati) dei motori di ricerca.

Ecco alcuni dati:

  • Risulta che circa il 4% dei link presenti nelle SERP conduce a siti potenzialmente pericolosi, l’anno scorso la percentuale era del 5%.
  • I collegamenti sponsorizzati contengono un numero 2,4 volte superiore di link pericolosi rispetto ai risultati organici.
  • AOL è il motore che mediamente restituisce i risultati più sicuri, Yahoo! quello che contiene il maggior numero di siti potenzialmente rischiosi.
  • Google, AOL ed Ask hanno migliorato il loro livello di sicurezza rispetto al mese di maggio 2006. Ask è quello che ha mostrato il maggior incremento in termini di sicurezza. Yahoo! e MSN sono invece peggiorati rispetto allo scorso anno.

Grafico che mostra la percentuale di rischiosità dei siti riportati dai motori di ricerca

Le parole chiave più “pericolose”

Questa invece è la lista delle parole chiave che riportano il maggior numero di siti pericolosi:

  1. bearshare
  2. screensavers
  3. limewire
  4. kazaa
  5. lime wire
  6. winmx
  7. wallpapers
  8. hentai
  9. halloween wallpaper
  10. ringtones

La ricerca di contenuti per adulti

Cercare contenuti a carattere pornografico attraverso i motori di ricerca presenta una pericolosità più di due volte superiore rispetto alla ricerca di contenuti di altro tipo. La percentuale di risultati pericolosi presenti nelle SERP è salita dall’8% del dicembre 2006 all’attuale 9,4%. AOL è l’unico motore che ha migliorato la sicurezza dei risultati anche in relazione alle ricerche di contenuti per adulti.

L’incremento della pericolosità delle ricerche collegate alla pornografia è dovuto principalmente al maggior numero di siti rischiosi all’interno dei collegamenti sponsorizzati collegati alle parole chiave utilizzate per questo genere di ricerche.


Non vuoi perdere gli aggiornamenti di Motoricerca e ricevere anche preziosi ed utili consigli per ottimizzare il tuo sito? Iscriviti alla NEWSLETTER.

I commenti a questo post sono chiusi.

Post precedente:

Post successivo: