PageRank e link a pagamento

PageRankPayPerPost, un servizio che permette ai blogger di monetizzare i propri contenuti scrivendo delle recensioni a pagamento, ha affermato che alcuni blog del proprio network sono stati penalizzati da Google che ha azzerato il loro PageRank.

Anche se il valore del PageRank secondo molti non è più rilevante come un tempo, questo riveste ancora una notevole importanza quando qualcuno vuole acquistare un link o uno spazio promozionale su un sito. La perdita del PageRank per un sito, lo rende quindi meno appetibile per gli inserzionisti.

Il lato “ironico” sottolineato da PayPerPost è che altri blog molto famosi possono invece permettersi di scrivere post sponsorizzati senza correre questo rischio e cita TechCrunch come esempio.

E’ anche riportato il caso di un blog penalizzato solo perché nei post veniva spesso citato PayPerPost (l’autore del blog è un dipendente di PayPerPost) pur non avendo alcun post a pagamento nel proprio archivio.

Su questa questione sono ormai in molti a considerare questo tipo di atteggiamento come una censura nei confronti di alcuni tipi di contenuti.

A voi i commenti su questa vicenda.

Commenti

  1. salicchia dice

    ragazzi, attenti a citare PayPerP…!!!
    potreste lasciarci il pagerank anche voi :P

  2. dice

    E’ troppo difficile per Google vincere la battaglia dei link a pagamento… L’unico modo che ha per ridurre il fenomeno è l’intimidazione, e questo caso ne è un’esempio!