Accorciare gli URL con Goo.gl

di il 2 ottobre 2010 · 4 commenti

in Novità

QR Code

Il servizio di Google pensato per accorciare gli URL da condividere su Twitter e sui vari servizi social ha finalmente un sito web che lo rende più facilmente utilizzabile da tutti. Il sito, raggiungibile all’indirizzo http://goo.gl/, consente di ottenere rapidamente la versione breve di qualsiasi URL inserito, come questo http://goo.gl/AHGU.

Rispetto a molti altri servizi simili, Goo.gl offre anche le statistiche relative al numero di click ottenuti da ogni singolo URL generato e permette a tutti di consultarle. Basta infatti aggiungere il suffisso .info ad ogni URL generato dal servizio, per accedere alla pagina delle informazioni. Ecco un esempio http://goo.gl/AHGU.info

Oltre alle statistiche, il servizio di Google genera anche un QR Code, il famoso codice a barre che può esser letto dai cellulari e dagli smartphone di ultima generazione.

Tra i vantaggi decantati da Google per il nuovo servizio ci sono l’affidabilità, la sicurezza antispam e la velocità del servizio (nel senso del reindirizzamento all’URL originale).

Per rendere più agevole l’accesso al servizio, se utilizzi Google Chrome puoi installare l’estensione goo.gl URL Shortener, mentre per Mozilla Firefox puoi provare goo.gl lite.


Non vuoi perdere gli aggiornamenti di Motoricerca e ricevere anche preziosi ed utili consigli per ottimizzare il tuo sito? Iscriviti alla NEWSLETTER.

1 Valerio 2 ottobre 2010 alle 16:34

Goo.gl regala anche un paio di golosi easter eggs nascosti (e catturati via Twitter seguendo Matt Cutts):
http://valeriopellegrini.blogspot.com/2010/10/google-apre-googl.html

2 Valerio 2 ottobre 2010 alle 18:15

Uno studio comparativo indipendente sostiene la superiorità di Goo.gl in quanto a performance. Fb.me di Facebook sarebbe tra i più lenti.
http://blog.watchmouse.com/2010/03/url-shorteners-make-the-web-substantially-slower-facebooks-fb-me-is-slowest/

3 fittasi stanze a quattromiglia 10 novembre 2011 alle 5:55
4 fittasi stanze a quattromiglia 10 novembre 2011 alle 5:58

Articolo molto interessante !

I commenti a questo post sono chiusi.

Post precedente:

Post successivo: