Google aggiorna i termini di servizio: ecco cosa cambia

di il 25 gennaio 2012 · 3 commenti

in Notizie

Privacy policy Google

Ieri Google ha annunciato alcuni cambiamenti alla propria privacy policy e ai termini di servizio. L’aspetto più rilevante è l’unificazione di tutte le privacy policy precedenti (circa 60) relative ai vari servizi, all’interno di un unico documento che copre tutti i servizi offerti da Big G.

I cambiamenti verranno resi effettivi a partire dal prossimo primo marzo e ovviamente avranno un impatto maggiore per tutti gli utenti che dispongono di un account Google. La nuova policy infatti prevede che tutte le informazioni fornite da un utente saranno disponibili per tutti i servizi Google. Qui potete leggere i nuovi termini di servizio di Google.Questo permetterà sicuramente un’esperienza più personalizzata all’interno dei vari servizi Google e anche annunci pubblicitari più mirati, dato che Google conoscerà sempre meglio i suoi utenti e soprattutto le loro abitudini.

Ecco un video che presenta i nuovi termini di servizio della società di Mountain View:

Già ora Google utilizza certe informazioni, come le mail che inviamo e riceviamo, per mostrarci annunci personalizzati su Gmail. Con la nuova policy non ci saranno più problemi ad utilizzare le informazioni “catturate” tramite Gmail anche quando guardiamo un video su YouTube.

Google potrebbe usare anche le informazioni geolocalizzate provenienti dallo smartphone Android di un utente e sfruttarle per mostrare annunci pubblicitari più mirati quando quella persona effettua una ricerca sul proprio pc. Se ad esempio andate spesso in palestra, Google potrebbe iniziare a mostrarvi annunci pubblicitari che riguardano attrezzature sportive.

Un altro punto “interessante” presente all’interno delle policy di Google riguarda la conservazione dei dati dopo la cancellazione dell’account da parte di utente. Nel documento di Google è riportato quanto segue:

…A causa della modalità di gestione di alcuni servizi, dopo l’eliminazione da parte dell’utente dei suoi dati, l’eliminazione delle copie residue dai nostri server attivi potrebbe richiedere del tempo e tali copie potrebbero rimanere sui nostri sistemi di backup…

Quindi praticamente loro potrebbero anche conservare i dati di una persona in eterno anche se questa ha deciso di eliminare il proprio account Google.

Se queste modifiche non vi piacciono purtroppo non c’è modo per evitarle, dato che Google le renderà operative a partire dal prossimo primo marzo per tutti gli utenti. Gli utenti che vorranno tenere separati i propri dati tra i vari servizi Google saranno costretti a creare account Google differenti, oppure iniziare a rivolgersi ad altri fornitori.


Non vuoi perdere gli aggiornamenti di Motoricerca e ricevere anche preziosi ed utili consigli per ottimizzare il tuo sito? Iscriviti alla NEWSLETTER.