Come gestire le nuove opzioni di corrispondenza delle parole chiave su AdWords

di il 24 aprile 2012 · 1 commento

in Advertising

Risparmiare soldi su AdWords

A partire dalla metà del prossimo mese di maggio, Google apporterà alcune modifiche riguardanti le opzioni di corrispondenza a frase ed esatta per le parole chiave utilizzate nelle campagne su Google AdWords.

Come conseguenza di tale modifica, gli annunci sulla rete di ricerca di Google potranno essere visualizzati anche in associazione a varianti molto simili alle parole chiave impostate dagli inserzionisti. Potranno infatti essere inclusi gli errori di ortografia, le forme al plurale e al singolare, gli acronimi, le varianti derivate dalla stessa radice (ad esempio “pavimento” e “pavimentazione”), le abbreviazioni e gli accenti.

Tale modifica causerà sicuramente un incremento di visualizzazioni degli annunci e conseguentemente dei clic. Questo si tradurrà ovviamente in un maggiore costo per gli inserzionisti e quindi in maggiori guadagni per Google.

Fortunatamente, accedendo alla sezione impostazioni di una campagna su Google AdWords è possibile disattivare questa funzione, evitando quindi l’inclusione delle varianti delle parole chiave prescelte. E’ doveroso sottolineare questo aspetto, dato che Google attiva di default (chissà perché? ;) ) tale funzione.

opzioni di corrispondenza delle parole chiave su AdWords


Non vuoi perdere gli aggiornamenti di Motoricerca e ricevere anche preziosi ed utili consigli per ottimizzare il tuo sito? Iscriviti alla NEWSLETTER.

1 Dino Tognato 25 aprile 2012 alle 12:55

È da testare quanta libertà si prenderà Google nell’ ampliare i termini di ricerca, perché per delle keyword potrebbe anche essere una funzione comoda. Sappiamo già che in Adwords le corrispondenze generiche sono utili solo alle casse di Google e che è sempre meglio limitare le interpretazioni da parte loro, tanto che senza le keyword a corrispondenza inversa ottieni anche tanti click inutili.

I commenti a questo post sono chiusi.

Post precedente:

Post successivo: