Nuovo algoritmo Google per colpire siti di bassa qualità con dominio corrispondente alla query

Matt Cutts, il responsabile del web spam fighting team di Google, ha annunciato su Twitter un cambiamento nell’algoritmo del motore di ricerca pensato per “penalizzare” quei siti di bassa qualità che utilizzano nomi di dominio troppo ottimizzati.

Matt Cutts si riferisce in particolare a quei domini che corrispondono esattamente ad una chiave di ricerca.

Questa modifica all’algoritmo dovrebbe avere ripercussioni sullo 0,6% delle query negli USA. Cutts ha inoltre dichiarato che questo non ha nulla a che vedere con i vari Panda e Penguin update. Panda infatti punta a colpire i contenuti di bassa qualità, mentre Penguin è indirizzato a colpire lo spam.

La modifica introdotta da Google non implica ovviamente che tutti i domini che corrispondono esattamente ad una query di ricerca saranno penalizzati, ma solo quelli che presentano contenuti di bassa qualità e che fino ad ora hanno goduto di buoni posizionamenti per il solo fatto di avere un nome di dominio particolarmente ottimizzato.

  • bejelit

    mi sembra giusto … tutte ste pubblicità degli icosi, quando ad uno interessavano le mele!

  • http://www.inserzioni-gratuite.com/ Luca

    Dal momento che ho un portale di inserzioni gratuite, la cui keywords su cui sono molto competitivo (1° POSTO) è “inserzioni gratuite” ed il nome del dominio è proprio… inserzioni-gratuite.com … INIZIO A SUDARE FREDDO!

  • Slad

    tanto è sempre la solita bufala di google, alla fine della fiera è ottimizzato bene solamente chi paga….